odontoiatria conservativa ed endodonzia

Odontoiatria conservativa

L’Odontoiatria conservativa ha lo scopo di curare e ricostruire gli elementi dentali che hanno perso parte della loro struttura anatomica a causa di eventi cariosi o traumatici. La carie è una patologia che interessa i tessuti duri del dente (smalto e dentina) ed è causata da diversi fattori correlati tra loro. In primo luogo la presenza nella cavità orale di particolari batteri patogeni che producono acidi responsabili della carie, unita anche a cattive abitudini alimentari come per esempio l’assunzione di troppi zuccheri che alimentano la crescita dei batteri cariogeni. Inoltre alcuni soggetti presentano una maggiore fragilità dei tessuti dentali su base familiare, per cui risultano più sensibili all’azione dei batteri cariogeni.

Quando la carie viene trattata in tempo, è possibile recuperare il dente con facilità e otturarlo. Innanzitutto dobbiamo rimuovere il tessuto cariato attraverso l’uso di strumenti rotanti che girano ad alta velocità. Dopodiché si esegue l’otturazione ovvero il riempimento del solco con del materiale composito costituito da una resina arricchita da particelle dure che conferiscono resistenza alla ricostruzione. Il materiale indurisce grazie ad una luce a led. È ottimo dal punto di vista estetico in quanto è possibile scegliere la cromia più adatta al colore dei propri denti.

Endodonzia

In caso contrario, se la carie è troppo profonda, si dovrà intervenire con una devitalizzazione, tecnica di endodonzia che si occupa prevalentemente del trattamento della polpa del dente ( il tessuto molle composto da vasi sanguigni e nervi) quando è irreversibilmente danneggiata. Questa terapia viene eseguita principalmente per salvare un dente dall’estrazione e, nella maggioranza dei pazienti, presenta un’elevatissima percentuale di successo.

Solitamente la devitalizzazione viene completata in due sedute. La prima cosa da fare è anestetizzare localmente il dente per eliminare qualsiasi sensazione di dolore. Il passo successivo è la foratura della corona del dente così da poter accedere alla polpa danneggiata. A questo punto, con appositi strumenti canalari andiamo a ripulire i canali radicolari che verranno poi disinfettati e riempiti con un materiale sterile ed inerte detto Guttaperca ( è una resina naturale che ha il compito di sigillare il canale). Infine si posiziona un’ulteriore protezione detta otturazione provvisoria in attesa della ricostruzione vera e propria.

Endodonzia

Noi consigliamo ai nostri pazienti di ricostruire e incapsulare il dente nel più breve tempo possibile perché la devitalizzazione rende l’elemento dentale più debole dei denti vivi in quanto privato della polpa. Solitamente proponiamo una ricostruzione con il perno, che può essere di fibra di vetro o in metallo. Il perno viene inserito all’interno della radice per rafforzarla e per sostenere la ricostruzione definitiva. L’ultimo step consiste nella copertura del dente con una capsula che lo protegge da eventuali fratture. La devitalizzazione offre numerosi vantaggi: può salvare il dente dall’estrazione, è un intervento pressochè indolore e cura un’infezione.

Chiamaci per fissare una visita gratuita +39 0332488074